Come pubblicare un’agenda su Amazon.

da | Personal brand

Scritto da Sara Rezzolla, 10 anni d’esperienza nel mondo dell’artigianato e creazione di una community online di 20000 persone.

Ho autopubblicato con Amazon il mio primo daily planner e non sono una grafica.

Come ho fatto?

Te lo spiego in questo articolo, pronta a prendere appunti?

Partiamo dal principio, perché ho deciso di creare questa agenda, che in realtà è molto di più?

Perché desideravo poter dare alle mie ragazze uno strumento che le aiutasse non solo ad organizzarsi al meglio ma che permettesse loro anche di tenere traccia dei loro progressi.

Infatti al suo interno ho creato tanti spazi da compilare, che vanno ben oltre alle to do list.

 

Vediamo com’è fatto il mio daily planner.

 

 

La prima pagina è dedicata agli obiettivi dell’anno, che come vedi non è indicato.

Infatti ho volutamente deciso di non inserire date in modo tale che potesse essere iniziata in qualsiasi momento, senza vincoli legati al primo gennaio.

In questa pagina ho messo lo spazio per diversi obiettivi, la parte legata alla strategia per raggiungerli, entro quando e lo spazio per segnare cosa abbiamo fatto e cosa dobbiamo ancora fare.

 

 

All’inizio di ogni mese invece abbiamo la pagina dedicata al calendario editoriale e anche qui uno spazio dedicato ai vari obiettivi che si vogliono raggiungere in quelle settimane.

 

 

Le pagine dedicate all’organizzazione vera e propria sono strutturate in questo modo:

  • Oggi sarò organizzata, come frase iniziale motivazionale
  • Lo spazio per indicare l’umore della giornata
  • Il riquadro per segnare la data
  • Lo spazio per il meteo (utile per fare riflessioni sull’eventuale correlazione tra meteo e stato d’animo)
  • Oggi ho imparato (vale qualsiasi cosa, tutto è utile)
  • Lo spazio dedicato al monitoraggio dell’esercizio fisico
  • Appuntamenti
  • To do list
  • Flusso di cassa con entrate e uscite
  • Da domani posso migliorare, come incentivo a fare sempre meglio
  • Oggi sono fiera di me perché troppo spesso ci sottovalutiamo
  • Note
  • Appunti per domani

 

 

Perché ho deciso di inserire così tanti spazi per la crescita personale e la motivazione?

Perché so quanto possa essere difficile andare avanti giorno dopo giorno, da sole, senza l’aiuto di nessuno e magari con risultati che tardano ad arrivare.

Tutto questo può portare ad abbatterci e non ci permette di vedere tutto quello che stiamo facendo mentre mettere ogni passo nero su bianco ci aiuta ad essere più obiettive e darci qualche pacca sulla spalla.

Come ho fatto ad autopubblicarlo?

 

 

Come prima cosa sappi che tramite Amazon, con uno strumento chiamato Amazon KDP Kindle direct publishing, si possono autopubblicare facilmente libri, agende o qualsiasi prodotto cartaceo di questo tipo.

Ovviamente prima di caricarlo sulla piattaforma, bisogna impaginare il tutto.

Se come me non sai nulla o quasi di grafica puoi aiutarti con Canva.

Nel mio caso ho fatto una ricerca usando come parola chiave planner e partendo dai risultati ottenuti, ho creato quello che nella mia mente era già ben chiaro, in formato digitale.

Questo procedimento l’ho fatto per ogni tipologia di pagina, quindi quella degli obiettivi, del calendario editoriale e della pagina giornaliera.

Del modello originale praticamente non ho tenuto quasi nulla perché volevo che avesse delle caratteristiche precise ma mi è stato utile come punto di partenza.

Quindi ho cambiato colori, font, grafiche, testi e struttura.

Procedimento simile l’ho fatto anche per la copertina.

A questo punto ho fatto un lavoraccio che sicuramente si può fare in modo molto più sbrigativo da chi è esperto del settore, ma io che non so quasi niente mi sono dovuta arrangiare con gli strumenti che avevo a disposizione.

Ossia ho creato con Canva l’intera impaginazione del daily planner, ossia introduzione, pagina con gli obiettivi, prima pagina del calendario editoriale, 31 copie della pagina giornaliera e poi di nuovo una pagina del calendario editoriale, 31 pagine giornaliere ecc finchè non ho riempito i 12 mesi.

Non essendoci date fisse ho dovuto inserire 31 giorni per ogni sezione mensile.

Una volta creato tutta la struttura dell’interno l’ho scaricato in formato pdf.

Stesso formato anche per la copertina.

 

Amazon KDP

 

A questo punto si può passare ad Amazon KDP, creando come prima cosa un proprio account.

Le sezioni da completare sono tre:

Dettagli versione cartacea
In cui inserire titolo, autore, lingua, descrizione e dettagli legati alla pubblicazione.

Contenuto versione cartacea
Qui bisogna inserire le grafiche che si sono appena create ed è diviso in due parti, una per la copertina e una per l’interno.

Per creare la copertina ci sarà una sezione divisa in tre blocchi (fronte, retro e dorso) in cui poter inserire le varie grafiche create con Canva, con la possibilità di vedere in anteprima il risultato ottenuto.

Per la parte relativa all’interno si carica il PDF creato in precedenza e anche qui ci dà la possibilità di vedere l’anteprima per essere sicuri che tutto sia impostato bene.

Diritti e prezzo

In questa sezione si decide il prezzo, la note dolente di questo modo di pubblicare.

Se stai pensando di diventare ricca con questo metodo, cambia progetto.

Infatti oltre agli ovvi costi di stampa, c’è anche la percentuale di Amazon che è del 60%.

Aggiungi il fatto che al tuo margine vanno tolte le tasse, capisci bene che non rimane molto, anzi pochissimo.

Nel mio caso i costi di stampa sono molto alti perché il daily planner è a colori e ha un sacco di pagine, se decidi di pubblicare qualcosa in bianco e nero o con meno pagine, sicuramente il margine sale.

Con il fatto che c’è il costo di stampa e la percentuale di Amazon, il prezzo di listino non lo puoi propriamente scegliere tu, perché sotto ad una certa soglia non è possibile andare (Amazon stesso ti indica quello minimo).

Una volta caricato tutto e definito ogni dettaglio, bisogna attendere la revisione da parte di Amazon che controlla ad esempio l’impaginazione.

Solo dopo l’arrivo della conferma di revisione il tuo prodotto sarà finalmente disponibile per l’acquisto.

Il consiglio che ti do è di richiedere una bozza prima di dare l’ok definitivo, per vedere con i tuoi occhi se è tutto come l’avevi immaginato o se ci sono da fare ulteriori modifiche.

Inoltre è possibile acquistare delle copie per l’autore in cui non viene conteggiata la percentuale di Amazon ed è l’ideale per chi ha un luogo fisico in cui venderli (es negozio, fiere ecc) e può così avere un margine di guadagno più alto.

Se invece hai un e-commerce e desideri venderlo tu in autonomia, dando ad Amazon solo la mansione di stampa, ti consiglio prima di fare bene i tuoi conti.

Questo perché spedire di tasca tua può far aumentare il prezzo esattamente come se lo facessi distribuire ad Amazon, con l’aggiunta che devi gestire le spedizioni con tutto quello che questo comporta.

La domanda a questo punto sorge spontanea,

Sara, perché hai fatto tutta questa fatica per guadagnare così poco?

Perché volevo dare alle mie ragazze uno strumento che fosse davvero utile, che potesse essere d’incoraggiamento nei momenti difficili e che le spronasse a dare il massimo per raggiungere i loro obiettivi.

E nessun’altra agenda in circolazione offriva loro questo.

Ecco perché l’ho fatto.

Pazza? Forse. Ma contenta della decisione presa.

Se pensi che possa essere utile a te o a una tua amica libera professionista, lo puoi trovare qui.

 

 

Per altri consigli e tips sul “Fare tutto da soli” ti aspetto sul mio profilo IG.

Ora vai e divertiti, fotografare può essere un momento di grande creatività e soddisfazione.

Un abbraccio.

Sara

Sara Rezzolla è una consulente che lavora con piccole imprenditirci che lavorano da sole.

Ha lavorato come artigiana per 10 anni, periodo durante il quale ha acquisito un metodo di lavoro che le ha permesso di organizzarsi al meglio, pur dovendo gestire da sola molte mansioni diverse. 

Ha coltivato una community online sui social, blog, youtube e newsletter, senza togliere tempo alla propria vita privata.

Ora aiuta altre libere professioniste che non hanno l’appoggio di un team, a gestire il proprio tempo e a costruire una presenza online solida ma senza stress.

E’ la persona ideale per te che ti senti sopraffatta dalle mille cose da fare e non puoi al momento delegare nessuna mansione. Per chi ha bisogno di acquisire tutte quelle competenze orizzontali che al giorno d’oggi sono richieste per rimanere competitive sul mercato, ha creato anche video corsi ad esse dedicate.

Se pensi sia la professionista giusta per te ma non sai quale servizio sia più adatto alle tue esigenze, puoi prenotare una consulenza conoscitiva gratuita.

Altri articoli che possono aiutarti

La newsletter per piccole imprenditrici.

 

Creare contenuti per la propria presenza online è ormai indispensabile per qualsiasi attività.

Ma come riuscire a farlo senza togliere troppo tempo al resto del lavoro?

Te lo spiego in questa guida dove ho racchiuso il mio metodo frutto di tanti anni d’esperienza.