Come distinguersi dalla concorrenza: sii te stessa.

da | Personal branding, Visual communication

Scritto da Sara Rezzolla, 10 anni d’esperienza nel mondo dell’artigianato e creazione di una community online di 20000 persone.

 

Oggi voglio raccontarti una cosa che mi è successa qualche giorno fa perchè mi ha fatto riflettere tantissimo.

Stavo aiutando una delle mie ragazze durante il suo percorso Ti prendo per mano quando ad un certo punto mi ha chiesto:

“Perché le persone dovrebbero scegliere me quando là fuori ci sono un’infinità di concorrenti che fanno il mio stesso lavoro?”

Al che io le ho risposto con un’altra domanda

“Perché hai scelto nell’infinità delle mie concorrenti?”

La risposta è arrivata immediata e senza indugio:

“Perché mi piaci tu e il tuo modo di fare”.

In un mondo dove molti cercano di imitare ciò che funziona per altri, essere autentiche è la chiave per differenziarsi davvero.

In questo articolo vedremo insieme perché e come essere te stessa può diventare la chiave di volta per emergere.

Perché è importante essere te stessa?

Quando sei autentica, trasmetti fiducia, è un dato di fatto.

Le persone hanno imparato a riconoscere i professionisti impostati, che indossano giorno dopo giorno una maschera. Soprattutto al giorno d’oggi in cui siamo tutti preoccupati d’incappare nell’ennesimo fuffaguru invece che in un professionista affidabile.

Le persone sono naturalmente attratte da chi è genuino perché sanno di poter contare su di loro. Le clienti vogliono sentirsi comprese e a loro agio e la tua autenticità può creare un legame di fiducia difficile da rompere.

Essere te stessa ti distingue automaticamente, perché non c’è nessuno come te.

Non c’è nessun’altra esattamente come te, con le tue esperienze, valori e prospettive uniche. Questa unicità è ciò che ti rende speciale e ti aiuta a emergere tra la folla.

Inoltre esporti per quello che sei fa anche in modo d‘attirare clienti che risuonano con chi sei veramente e con cui è un piacere lavorare.

Questo non solo migliora la tua soddisfazione lavorativa, ma crea anche relazioni più profonde e durature con i tuoi clienti.

Sempre per farti un esempio vissuto sulla mia pelle, durante una call conoscitiva, la ragazza che avevo davanti a me mi ha detto:

“Vorrei che oltre a raccontare la mia professionalità emergessero anche i miei valori legati alla sostenibilità ambientale. Ho notato che sono anche i tuoi”.

Ora, non ti so dire quanto questo abbia influenzato con la scelta di lavorare con me ma di sicuro è una cosa che ha notato e mi ha differenziato rispetto alle concorrenti.

Della serie “Ti sento affine a me sotto tanti punti di vista e credo che sarà bello lavorare insieme”

Ci avevi mai pensato?

Come essere te stessa nel tuo business

Credo che alla base della tua comunicazione ci debbano essere sempre loro: i valori, perché sono il cuore del tuo brand.

Prenditi il tempo per metterli nero su bianco (funziona meglio che tenere tutto a mente, fidati) e assicurati che siano riflessi in ogni aspetto della tua attività.

Se non sai da dove partire inizia facendoti queste domande:

  • Cosa mi motiva ogni giorno?
  • Quali principi non sono disposta a compromettere?
  • Come posso inserire questi valori nel racconto del mio lavoro?

Esempio: uno dei miei valori è la sostenibilità ambientale e lo racconto mostrando le scelte plastic free dei miei imballaggi (se ho prodotti) o condividendo sprazzi di vita quotidiana (se ho un servizio).

Il tuo brand inoltre dovrebbe almeno in parte rispecchiare chi sei attraverso:

  • Visual identity: colori, font e immagini che rappresentano la tua personalità e i tuoi valori. Es. se la tua personalità è allegra dubito che userai il nero e il viola scuro nella tua palette colori.
  • Tone of voice: usa un linguaggio che rispecchi il tuo modo di parlare e di pensare. Se sei amichevole e informale, lascia che questo emerga nei tuoi contenuti, non sforzarti di essere impostata perché alcune delle tue concorrenti più affermate lo sono. Tu sei tu, loro sono loro.
  • Storie personali: come dico sempre, sei tu a decidere dove mettere i paletti ma fai in modo che nella tua narrazione ci sia anche una parte di te che non sia necessariamente legata al lavoro. Esempio raccontare il percorso che ti ha portato ad avviare la tua attività crea un legame emozionale con il tuo pubblico. Se invece condividi una tua passione dai un modo in più alle persone di conoscerti meglio e trovare un nuovo punto di connessione.

Interagisci in modo autentico con la tua community

Mi rendo conto che a volte passare del tempo a rispondere alle email, ai DM di Instagram o alle risposte alle newsletter potrebbe sembrarti una perdita di tempo.

Chi me lo paga quel tempo?

In realtà stai investendo sul tuo futuro, coltivando rapporti autentici e importanti che non possono far altro che portarti dei frutti in futuro.

Non sarà necessariamente quella persona a trasformarsi in cliente ma magari ti consiglierà caldamente a quell’amica che è in cerca proprio di una professionista come te.

Senza contare il fatto che, parlando con le persone, riesci a capire meglio le loro esigenze, difficoltà e problemi, portandoti così a migliorare sempre di più la tua offerta.

Perché alla fine quello che vogliamo è essere utili con il nostro lavoro.

Esempi pratici

Luciana – pasticcera.

Luciana ha sempre amato la pasticceria e ha deciso di aprire un piccolo negozio nella sua città. Invece di cercare di competere con le grandi catene, ha scelto di focalizzarsi sulla sua passione per i dolci artigianali e personalizzati. Ogni torta che crea riflette la sua creatività e l’attenzione ai dettagli.  Condivide regolarmente sui social i suoi esperimenti culinari, così come ii fallimenti e successi. Inoltre ha una passione sfegatata per il k-pop che ascolta sempre mentre cucina, condividendo con la community i suoi brani preferiti e le esperienze che fa in merito. Questo non solo ha attirato una clientela fedele, ma ha anche costruito una community solida che l’apprezza e sostiene il suo lavoro.

Laura – operatice olistica.

Laura è una consulente del benessere che ha sempre creduto nella connessione tra mente, corpo e spirito. Invece di offrire programmi di benessere generici, ha sviluppato un approccio personalizzato che combina meditazione, nutrizione e yoga, riflettendo il suo percorso personale e la sua filosofia di vita. Laura condivide regolarmente articoli e video sul suo blog e canale YouTube, in cui parla delle sue esperienze personali e offre consigli pratici. Inoltre è volontaria al canile e attivista nella lotta contro i cambiamenti climatici, entrambe cose che condivide con la sua community. La sua autenticità ha attratto clienti che condividono i suoi stessi valori e che sono alla ricerca di un approccio a 360° al benessere.

La paura del giudizio

Credo di sapere cosa freni le persone dall’esporsi in maniera più intima e personale: la paura del giudizio.

Probabilmente queste insicurezze hanno colpito anche te almeno una volta:

  • Ma a chi vuoi che interessi la mia vita?
  • Chi sono io per dare pareri in merito a qualcosa che è lontano dalla mia professione?
  • Poi la gente cosa penserà?

Capisco perfettamente le tue paure ma vorrei che provassi a metterle da parte per un attimo e provassi ad aprire la porta alle persone, affinché possano conoscerti meglio.

Ricorda che la tua autenticità attirerà le persone giuste e allontanerà quelle che non risuonano con te.

Questo è un filtro naturale che ti aiuta a costruire una clientela fedele e appassionata.

Stringere la nicchia può spaventare ma posso assicurarti che è una delle cose migliori che puoi fare per il tuo brand.

Una cosa che ci tengo a dirti è che essere autentiche richiede coerenza.

Assicurati quindi che ogni aspetto del tuo business rifletta i tuoi valori e la tua personalità. Questo include la comunicazione, i prodotti/servizi e le interazioni con i clienti.

Se imposti la tua comunicazione social con un tono di voce amichevole, mi aspetto che tu abbia lo stesso anche quando andremo a lavorare insieme o nella scrittura della newsletter.

Per raccontarti al meglio ti lavorare a fondo anche sul tuo visual storytelling, che andrai a usare in modo omogeneo in tutti i tuoi luoghi online.

Distinguersi dalla concorrenza non significa necessariamente inventare qualcosa di nuovo o essere più brillante delle altre.

A volte, la chiave del successo è semplicemente essere te stessa perché è la tua autenticità è ciò che ti rende unica.

Abbraccia chi sei, i tuoi valori e la tua storia e lascia che questi elementi guidino il tuo business.

Ricorda inoltre che le persone si connettono con le persone, non con i brand impersonali.

Che dici? E’ giunto il momento di metterci un pizzico di personalità in più al tuo racconto?

Buon lavoro.

Sara

 

Sara Rezzolla è una consulente che lavora con piccole imprenditirci che lavorano da sole.

Ha lavorato come artigiana per 10 anni, periodo durante il quale ha acquisito un metodo di lavoro che le ha permesso di organizzarsi al meglio, pur dovendo gestire da sola molte mansioni diverse. 

Ha coltivato una community online sui social, blog, youtube e newsletter, senza togliere tempo alla propria vita privata.

Ora aiuta altre libere professioniste che non hanno l’appoggio di un team, a gestire il proprio tempo e a costruire una presenza online solida ma senza stress.

E’ la persona ideale per te che ti senti sopraffatta dalle mille cose da fare e non puoi al momento delegare nessuna mansione. Per chi ha bisogno di acquisire tutte quelle competenze orizzontali che al giorno d’oggi sono richieste per rimanere competitive sul mercato, ha creato anche video corsi ad esse dedicate.

Se pensi sia la professionista giusta per te ma non sai quale servizio sia più adatto alle tue esigenze, puoi prenotare una consulenza conoscitiva gratuita.

Altri articoli che possono aiutarti

La newsletter per piccole imprenditrici.

 

Creare contenuti per la propria presenza online è ormai indispensabile per qualsiasi attività.

Ma come riuscire a farlo senza togliere troppo tempo al resto del lavoro?

Te lo spiego in questa guida dove ho racchiuso il mio metodo frutto di tanti anni d’esperienza.